Trovare clienti online: 10 errori da evitare

Scritto da Andrea Tolu in data 19 ago, 2016

 

Se la rivoluzione digitale in Italia è lenta ad arrivare, nel resto del mondo è già una realtà. Per questo motivo le aziende del Made in Italy, che per loro natura (e anche per necessità) guardano all'estero, hanno bisogno del marketing sul web per annullare le distanze, trovare clienti online ed espandersi. 

Ci sono però due modi di farlo: sul serio o per finta. Prima ancora che il budget, a fare la differenza sono dei presupposti sbagliati, che portano a commettere errori che vanificano tempo e denaro.

Vediamo quali sono quelli secondo noi più gravi.

1. Pensi che il tuo prodotto si venda da solo

Se c’è una cosa che distingue il Made in Italy dal mercato di massa è la qualità. La qualità però da sola non parla: va raccontata, spiegata, fatta capire. Per questi motivi l’eccellenza italiana ha bisogno di un marketing incentrato sullo storytelling.

2. Pensi che il sito serva solo a vendere prodotti

Il web marketing serve a tutti i settori. Anche se sei nel B2B con un prodotto complesso e costoso che non può essere comprato su internet, il sito può comunque aiutarti a trovare nuovi clienti. Tutti ormai usano il web per informarsi prima di un acquisto, qualsiasi sia la sua natura.

3. Navighi a vista senza obiettivi chiari

È difficile non essere d’accordo sul fatto che bisogna avere obiettivi chiari. Ma qual è la differenza tra un obiettivo vago e uno chiaro? La stessa che c’è tra:

  • “Voglio promuovere il mio prodotto all’estero” e “voglio promuovere il mio prodotto sul mercato americano e australiano.”
  • “Voglio aumentare le visite al sito” e “voglio aumentare le visite al sito del 70% in un anno.”
  • “Voglio trovare nuovi clienti” e “voglio aumentare il fatturato del 10% nei prossimi 12 mesi.”

4. Il tuo budget è inadeguato

Senza obiettivi chiari e realistici, si rischia di voler fare le nozze coi fichi secchi, ovvero considerare le attività di marketing una spesa e non un investimento, fissando un budget completamente inadeguato. Per cambiare prospettiva, e capire se le risorse sono troppe o troppo poche, sarà molto importante calcolare quanto vale per la tua azienda ogni opportunità di vendita.

5. Non conosci il tuo target

Del tuo prodotto sai vita, morte e miracoli, ma puoi dire lo stesso del tuo cliente potenziale tipico? Non ci riferiamo solo a quanti anni ha, che lavoro che fa o dove abita, ma ad informazioni più specifiche come per esempio problemi quotidiani, passioni, frustrazioni, dove cercano informazioni relative ai prodotti come i tuoi...

6. Usi il profilo social aziendale come quello personale

Tutti abbiamo provato un po’ di soddisfazione nel ricevere molti Mi piace da un post su Facebook o Instagram. Per i profili aziendali però funziona diversamente: in quel caso, serve meno spontaneità e più strategia, e i Mi piace non sono per nulla un dato affidabile per misurare il successo.

7. Non sfrutti i social per ascoltare

I social network sono una piattaforma per pubblicare e cercare di coinvolgere il pubblico. Ma sono anche un posto in cui stare in silenzio per ascoltare e capire gli altri. Il tuo target prima di tutto (vedi punto 5), ma anche la concorrenza.

8. Non approfitti dei contatti che già hai

La tua azienda è probabilmente già una miniera di contatti di clienti potenziali: liste di email raccolte in fogli Excel in qualche archivio del computer, o pile di biglietti da visita in fondo ad un cassetto. Li state utilizzando?

9. Pensi che basti usare un foglio Excel per gestire i tuoi contatti

Per trovare opportunità di vendita da convertire in vendite reali è necessario raccogliere più informazioni possibili ed organizzarle, e per farlo non basta un foglio Excel, ma un apposito sistema di Customer Relationship Management. L'investimento non sarà stratosferico, e se utilizzato bene farà fare alla tua azienda un balzo in avanti nel tempo, dagli '90 al 2016. 

10. Sottovaluti la professionalità necessaria per fare tutto ciò

I nove punti precedenti rappresentano una mole di lavoro non indifferente, che richiede tempo e conoscenze professionali specifiche. Affidarlo a chiunque, pensando di risparmiare sarebbe un grave errore: probabilmente spenderai poco, ma quel poco andrà comunque sprecato.

Trovare nuovi clienti con internet

Argomenti: #internazionalizzazione