Come può un'azienda italiana trovare nuovi clienti all’estero?

Scritto da Cristina Skarabot in data 12 ago, 2016

L'Italia è ancora in crisi, o ne siamo usciti? La ripresa è vera, o solo accennata?

Mentre gli esperti discutono per trovare una risposta, le aziende si trovano di fronte ad una realtà che invece dubbi non ne presenta: il mercato nazionale non tira più, ed è necessario rivolgersi all'estero.

Parlando con gli imprenditori però, emerge come la parte più difficile sia trovare clienti in questo nuovo contesto. Oggi purtroppo, a differenza di una volta, non basta più offrire un prodotto eccellente per trovare nuovi clienti all’estero, e questo di certo non perché i Paesi esteri siano più "difficili," in quanto ogni area ha la proprio complessità.

Le soluzioni miracolose non esistono

Il web marketing può essere uno strumento importante per l'espansione all'estero, ma è importante capire da subito che è tutt'altro che una soluzione magica.

Fidarsi di chi promette una rapida espansione, con un numero elevato di fan e like su Facebook, o piogge di contatti dalle campagne di Adwords, o i primi posti sui motori di ricerca, rischia di diventare un investimento inutile.

Non perché chi ve li propone sia necessariamente un ciarlatano, ma semplicemente perché questi risultati, da soli, non bastano ad incrementare il fatturato.

Nel caso di prodotti tipici del Made in Italy, che in molti casi hanno un costo ed un impatto emotivo più elevato rispetto a quelli di quotidiano, e un ampio margine di personalizzazione, rischia di essere più impegnativo trovare clienti online.

Il consumatore di oggi si informa online prima dell’acquisto, e il sito veramente in grado di vendere, in Italia come all’estero, sarà quello che risponderà nel modo più completo alle esigenze del potenziale cliente.

Costruire un sito del genere richiede un'attenzione ed un aggiornamento costante dei contenuti pubblicati.

Per trovare clienti ci vogliono opportunità di vendita

Un processo d’acquisto più lungo fa si che nel web, l'obiettivo diretto non sia vendere, ma creare opportunità di vendita (chiamate anche lead), costruendo un database di potenziali clienti interessati ai prodotti e servizi offerti, il cui interesse va “nutrito” periodicamente con informazioni sul prodotto, fino a portarli alla decisione di acquisto.

Concludendo, le parole chiave per la ricerca di nuovi clienti all’estero per le PMI che operano nel Made in Italy sono: informazione, relazione, coinvolgimento. 

Sono tutte attività che prevedono una mentalità e una strategia che va oltre la tradizionale pubblicazione di promozioni e annunci a pagamento.

Trovare cienti all'estero per il Made in Italy

Argomenti: #madeinitaly, #internazionalizzazione