Imprese storiche del veneto e internet: c'è molta strada da fare

Scritto da Andrea Tolu in data 22 mar, 2016


Passare i 100 anni di attività è un traguardo che ogni azienda vorrebbe raggiungere. Secondo il registro delle imprese storiche tenuto da Unioncamere, in Veneto ce ne sono ben 274 che possono vantare questo primato.

Dal 1295, ovvero l'anno in cui è stata fondata l'impresa veneta più antica ancora in attività, i mezzi di comunicazione e promozione sono cambiati enormemente, e il ritmo stesso di questo cambiamento è in costante accelerazione.

Ma non solo. Un aspetto forse più importante è che - grazie ad internet -  ad essere cambiati sono anche i consumatori, e il modo in cui decidono di acquistare (o meno) un certo prodotto.

Come se la cavano le imprese storiche del Veneto in questo scenario di costante fuga in avanti?

Per cercare di dare una risposta, abbiamo esaminato la presenza online di 114 tra le 274 imprese storiche del Veneto, una prospettiva ci interessava particolarmente, perché volevamo verificare come la tradizione, che tutte si portano dietro, si sposa con il marketing digitale attuale.

Ecco quindi i risultati di questa ricerca, che non ha pretese di essere scientifica o completa, ma rivela comunque delle tendenze interessanti. 

Marketing su internet poco diffuso

Iniziamo dall'elemento di base, ovvero la presenza di un sito internet. La percentuale che abbiamo trovato è in realtà molto bassa: solo il 52% delle aziende esaminate ne ha uno.

Tra queste, il 45% l'hanno tradotto in almeno una lingua straniera, e con la stessa percentuale sono presenti su almeno una piattaforma di social media (Facebook è quella più usata).

I valori più bassi però sono quelli che segnalano che il sito aziendale viene visto come un punto di partenza e non di arrivo, ovvero la presenza di una newsletter e una sezione news / blog aziendale

In questo caso, solo otto aziende (il 13% di quelle dotate di un sito) danno la possibilità di iscriversi ad una newsletter, mentre dieci (ovvero il 16%) hanno incluso una sezione news. Tra queste dieci però, solo due la aggiornano regolarmente. 

Dati sconfortanti? No: possibilità di ampi miglioramenti

Dati percentuali così bassi possono sembrare sconfortanti, dal nostro punto di vista però, il bicchiere è mezzo pieno. La mancanza di elementi fondamentali per trasformare il sito in uno strumento di marketing (o addirittura la totale mancanza di un sito), significa infatti che c'è anche un ampio margine di miglioramento.

Da dove cominciare quindi, per avvicinare le imprese venete al marketing su internet? Prima di tutto, sfatando un mito: per una presenza online efficace, non è necessario avere il budget di una multinazionale, ma la volontà di usare i canali digitali di oggi, e un approccio strategico. 

Per dimostrarlo, tra le aziende che abbiamo esaminato ve ne presentiamo tre che usano il sito aziendale per costruire il loro brand. 

Industrie tessili Berto

Berto.png 

I punti di forza

Il sito delle Industrie tessili Berto ha una struttura chiara e razionale e di facile navigazione, con link a pagine rilevanti. Le immagini inoltre sono di buona qualità, e gli aggiornamenti a Facebook sono fatti in modo strategico, dando così al brand un'immagine coerente.

Strumenti da espandere

Il sito potrebbe sfruttare meglio le potenzialità della sezione news, non solo aggiornandola più spesso, ma creando contenuti a più ampio raggio, andando al di là delle comunicazioni aziendali.

Distilleria da Ponte

da_ponte.png

 

I punti di forza

Il sito della Distilleria Andrea da Ponte è graficamente curato ed elegante. La citazione nella home page riassume bene i valori del marchio, basati su tradizione e territorio. Nel sito c’è spazio però anche per altri aspetti collaterali importanti, che rendono lo storytelling molto efficace, come le energie rinnovabili, la natura, l’arte e il teatro.

Oltre ad avere degli account social attivi (da segnalare il canale Youtube, con pochi video ma molto curati), il sito ha una sezione news aggiornata regolarmente, anche se non molto spesso.

Strumenti da espandere

Una volta iscritti alla newsletter non viene inviato nessun contenuto nell'immediato, mentre sarebbe bene sfruttare l'interesse del visitatore fin dal primo minuto.

 

Parolin Orologi

parolin.png


I punti di forza

Il sito di Parolin orologi ha una coerenza cromatica di fondo, con i colori grigio e oro che richiamano l’eleganza e l’antichità. Nella home page si fa rifermento ai quattro valori principali del marchio. Le foto sono di alta qualità, e la sezione prodotti ha una navigazione facile e intuitiva.

Strumenti da espandere

La sezione "Consigli" contiene idee interessanti che potrebbero essere espanse in una sezione blog/news aggiornata. Il profilo Facebook dovrebbe inoltre essere aggiornato più spesso.

 

Consulenza web marketing gratuita

 In collaborazione con Paola Andreatta

Argomenti: #madeinitaly, #inboundmarketing