5 pratiche idee per migliorare un blog aziendale

Scritto da Massimiliano Santolin in data 15 feb, 2016

L’esperienza quotidiana ci insegna che è sempre più necessario sapersi raccontare nel modo giusto per mantenersi competitivi all’interno del mercato globale. 

Per aiutarci, entrano in gioco i siti internet, seguiti a ruota dai social network e dal blog aziendale. Proprio quest’ultimo è un mezzo efficace per restare in contatto costantemente con il proprio pubblico, costruendo con esso una relazione solida e vantaggiosa per entrambi.

Qui di seguito ti suggeriamo cinque idee per migliorare un blog aziendale, rendendo ancora più efficace la comunicazione dei tuoi contenuti.

1. Pubblica solo contenuto utile

La prima regola fondamentale, da non trascurare mai: è necessario produrre contenuto che sia utile, educativo ed interessante. Più ci si attiene a questa regola, creando articoli e post che vengono considerati dai lettori come appassionanti, di valore o che insegnano qualcosa di pratico, e più stiamo lavorando bene.

Pensiamoci: che cosa siamo portati a leggere quando navighiamo in rete? Di solito qualcosa che ci stimola perché risolve un nostro problema quotidiano, ci offre consigli riutilizzabili prontamente, o tratta un argomento che ci piace in modo rispettoso e competente. 

2. Cerca di capire veramente il tuo pubblico

Come progettare i giusti contenuti da pubblicare nel proprio blog aziendale? Comincia col chiederti “Chi è il mio pubblico di riferimento?” e prosegui con “Quali sono i suoi bisogni? Le sue necessità? I suoi interessi?”

Queste domande ti porteranno a creare un profilo ideale del tuo lettore, e a comprenderne le esigenze. Se intercetti i bisogni del tuo pubblico di riferimento, finirai per entrarci in contatto direttamente o indirettamente, ed avrai raggiunto il tuo risultato.

3. Racconta storie vere

Le storie vere esercitano da sempre un fascino particolare, e permettono a chi legge di immedesimarsi e di seguire la narrazione in modo naturale.

Partire dall’insegnamento che ti ha dato un'esperienza personale può essere un ottimo modo per raccontare una storia e dimostrare cosa hai imparato, soprattutto se quell’insegnamento potrà essere utile ad altri.

Persino un ostacolo o un fallimento personale, abilmente superati, possono ispirare un post del tuo blog. I lettori che troveranno i tuoi consigli validi ti ricorderanno e vorranno saperne di più, prendendo contatti con te o fidelizzandosi come clienti.

4. Ottimizza per le ricerce (SEO)

I tuoi articoli non solo devono essere pensati per una platea specifica, devono essere scritti bene, ed essere utili ai lettori, ma hanno anche bisogno di essere ottimizzati per i motori di ricerca.

Questo per non vanificare tutti i tuoi sforzi precedenti.

Se il tuo articolo non contiene un uso saggio dei termini di ricerca inseriti nel corpo del testo, nel titolo e nelle altre sezioni della pagina controllate da Google, il suo posizionamento nelle ricerche sarà penalizzato.

Quanto più il contenuto della pagina comprendente descrizione della stessa, titolo, significato del testo ed uso delle parole chiave sarà coerente, tanto più Google conferirà autorevolezza alla pagina, e le darà il giusto rilievo nei risultati delle ricerche.

5. Cura le relazioni umane

Una volta pubblicati, è tempo di condividere i contenuti tramite i social: Facebook, Twitter, Google +, Linkedin, etc.

Cogli appieno l’opportunità che questi strumenti ti offrono: non limitarti alla sola condivisione dell’articolo, ma accompagnala con una affermazione, una domanda, anche provocatoria (perché no?) o scherzosa.

Interagisci in tempo reale con gli utenti dei social network citandoli nei commenti, ringraziandoli, chiamandoli per nome e cognome.

Perché non farlo?

Dai valore al rapporto umano, e continuerai a portare acqua al tuo mulino, e a vedere crescere la popolarità ed il successo economico della tua azienda.



CONCLUSIONI:

Con questo articolo abbiamo ripercorso assieme cinque punti essenziali da tenere a mente per far funzionare a pieno regime il blog aziendale. 

Seguendoli e cercando di applicarli, riuscirai a pianificare nella maniera corretta la gestione delle pubblicazioni dei post nel tuo blog. 

Guida per sfruttare al meglio blog aziendale

Ti potrebbero anche interessare: 

I 4 vantaggi di avere un blog aziendale
3 errori da evitare nel blog aziendale
3 esempi di blog aziendali virtuosi (e italiani)

 

Argomenti: #blogaziendale