Come fare una newsletter aziendale: 4 consigli per iniziare

Scritto da Sara Artuso in data 27 mag, 2016

Ti stai chiedendo come fare una newsletter per la tua azienda, ma non sai che pesci pigliare? 

Niente paura, questi 4 trucchi ti guideranno in questo oceano per te ancora inesplorato (ma non ancora per molto).

I 4 passi da seguire per creare una newsletter aziendale

Prima di tuffarti a capofitto nella creazione della newsletter per la tua azienda, assicurati di seguire questi consigli:

1. Compila una mailing list

Una mailing list è semplicemente un elenco degli indirizzi e-mail ai quali le aziende inviano materiale pubblicitario. Per moltissime aziende, però, questo vuol dire una tabella contenente un indirizzo mail, con associato un nome e un cognome.

Come puoi capire se quell’indirizzo appartiene a un privato o a un’azienda? Quando è stato inserito nella lista? Che lingua parla?

Spedire una newsletter a una mailing list di questo tipo è un po’ come lanciare volantini da un aereo sopra una città: potrebbero arrivare a qualcuno di interessato, certo. Ma la stragrande maggioranza va persa.

Insomma, una lista del genere è uno spreco di tempo e risorse.

Devi quindi avere una mailing list profilata e aggiornata:

  • profilata perché gli indirizzi mail devono essere associati ad altri dati, per permetterti di inviare la newsletter giusta alle persone giuste e in una lingua a loro comprensibile;
  • aggiornata perché un indirizzo email di 10 anni fa forse non è più attivo, o appartiene a un cliente ormai non più interessato. Se la tua lista tantissimi indirizzi sbagliati o non attivi, i server di posta dei destinatari marcheranno ciò che invii come posta indesiderata. E quindi anche contatti potenzialmente interessati faticheranno a trovarla.

 

2. Definisci a chi ti stai rivolgendo

C’è un altro motivo che spinge i contatti di una mailing list a cancellarsi dalla newsletter: la mancanza d’interesse. Le persone non hanno tempo da perdere: se le tue notizie non sono rilevanti, perché dovrebbero continuare a riceverle?

Zac! Un clic, e il contatto se ne va. E quando se ne va, è perso sostanzialmente per sempre.

Come si risolve questo problema? Semplice:

  • dividi gli indirizzi in gruppi: raccogli informazioni su età, sesso, interessi, preferenze e problemi dei tuoi clienti ideali. In questo modo, invierai ad ognuno contenuti su misura, che quindi convinceranno il lettore ad andare ad approfondire la notizia sul tuo sito;
  • produci contenuti diversi sul tuo sito, pensati per ciascuno di questi gruppi: ti serve, insomma, un piano editoriale, da seguire con regolarità.

 

3. Stabilisci una frequenza. E rispettala

Ti sei mai iscritto alla newsletter di una qualsiasi azienda o servizio, senza poi riceverne nemmeno una? Un’enorme opportunità sprecata!

Per evitare di cadere in questo errore, c’è una sola soluzione: stabilire una frequenza con cui spedire le newsletter e osservarla con precisione.

 

4. Usa un programma adatto

Non è possibile usare un comune account di posta elettronica per inviare newsletter. Oltre a danneggiare la credibilità della tua azienda, è il modo migliore per dire alle caselle di posta dei destinatari: “Ehi, sto inviando robaccia!”

E tu non vuoi che le tue newsletter finiscano nel cestino senza nemmeno essere viste, giusto? Bene, quindi scegli un programma per la creazione di newsletter, che oltre a garantirti l’invio di tutti i messaggi ti offre anche gli strumenti per analizzarne i risultati.

Chiariti questi punti, sei pronto per creare una newsletter di successo. Come fare? Questo corso in 5 e-mail te lo insegnerà. 

Come fare una newsletter aziendale

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Argomenti: #newsletteraziendale