5 consigli per trovare contenuti per un blog aziendale

Scritto da Andrea Tolu in data 15 set, 2016

Sito dell'azienda? Ce l'ho. Blog aziendale? Ce l'ho. Idee su cosa scrivere? Non le ho. Ma niente paura: trovare i contenuti per aggiornare la vostra sezione news è più semplice di quanto crediate. Purché non parliate soltanto della vostra azienda: a quali eventi avete partecipato, qual è l'ultimo prodotto che avete creato... Tutto questo è importante, certo, ma non basta. Per le aziende del Made in Italy, in particolare, il blog aziendale deve dare anche informazioni per risolvere dubbi relativi ai prodotti.

Ma andiamo con ordine: ecco un po' di consigli per capire su cosa scrivere.

 1. Utilizzare l'auto-completamento di Google

Un metodo super-veloce per raccogliere contenuti per il sito web aziendale si basa semplicemente sul motore di ricerca più famoso: Google. Aprite la pagina di Google, e chiedetevi: se fossi una persona interessata al prodotto che vendo, che termini userei per avere informazioni a riguardo? Proviamo con i pannelli solari, ad esempio; ecco cosa succederebbe:

Nuove idee per articoli blog-Pannelli solari

La funzione di auto-completamento vi darà dei suggerimenti, che sono presi da ricerche reali fatte dagli utenti. Ecco quindi, sotto i vostri occhi, i titoli dei vostri prossimi articoli. Volete essere più specifici? Continuate a digitare la prima opzione ed otterrete questo:

Trovare_idee_per_articoli-Pannelli_solari_termici.jpg

Che ne dite quindi di un articolo su pannelli solari termici fai-da-te o sulle loro dimensioni standard?

2. Tenere sotto controllo la concorrenza su Facebook Insights

La vostra azienda è su Facebook? Bene, allora aprite la pagina di Insights e scorrete verso il basso, fino a quando non trovate le pagine che state tenendo sotto controllo. Quando avete creato la pagina aziendale, Facebook vi ha chiesto anche i nomi dei vostri concorrenti, ed ora questa sezione vi mostrerà quali contenuti stanno pubblicando e quali funzionano meglio.

Potete quindi ispirarvi anche a loro per individuare alcuni temi da analizzare meglio sul vostro blog.

3. Usare LinkedIn per capire di cosa parlano gli influencers del vostro settore

Su LinkedIn ogni settore ha i suoi Influencers, ossia personaggi particolarmente influenti che condividono articoli e informazioni tramite il proprio profilo su questo social network. Cercate quelli più interessanti per l'ambito in cui lavorate e seguiteli: potrete scoprire nuovi argomenti interessanti per aggiornare il vostro sito.

4. Seguire hashtag su Twitter relativi al vostro tipo di prodotti

Un altro social network che vi può essere d'aiuto è Twitter. Anche se non lo usate attivamente per twittare, potete comunque servirvene per monitorare alcuni hashtag o parole chiave. Se create scarpe artigianali, ad esempio, potreste essere interessati a seguire le novità su #italianshoes o #scarpe #fatteamano, oppure #shoes #craftsmanship. Pensate a ciò che fate e scegliete i termini che meglio lo descrivono: avrete così un'altra fonte d'ispirazione.

Come si può gestire una tale quantità d'informazioni senza perdere tempo prezioso? Attraverso applicazioni come TweetDeck, pensata per aggiornarvi quando i vostri hashtag vengono menzionati e per dividerli in categorie.

5. Analizzare le visite al sito aziendale per capire come i visitatori vi trovano

Se date un'occhiata alle visite che ricevete (con Google Analytics per esempio), la maggior parte proviene da visitatori che conoscono il marchio e lo digitano direttamente su Google o sulla barra degli indirizzi. Ma non tutte.

Il resto delle visite è costituito da persone che non vi conoscevano, ma hanno digitato una combinazione di parole generica su un motore di ricerca e, tra i risultati, hanno visto comparire anche voi. Ed è a quel punto che hanno scoperto la vostra esistenza.

Se studiate queste parole - le keywords, cioè le "parole chiave" -, vi accorgerete che ce ne sono alcune che si ripetono: significa che ci sono più persone che trovano il vostro aziendale proprio grazie a quelle espressioni. Concentratevi su queste e utilizzatele per approfondire la tematica.

Un esempio? Diciamo che producete biciclette su misura. Una delle combinazioni di parole cercate su Google e che portano al vostro sito potrebbe essere "bici su misura in carbonio". Et voilà: avete appena scoperto un altro argomento da approfondire sul vostro blog. 

Visto? Non è così difficile trovare nuove idee per migliorare un blog. Ora non vi resta che stabilire un calendario di pubblicazione e aggiornarlo regolarmente, per rendere più facile al pubblico trovare la vostra azienda attraverso una ricerca online.

Guida per sfruttare al meglio blog aziendale

 T'interessa l'argomento blog? Allora potrebbero esserti utili anche questi articoli:

5 idee pratiche per migliorare un blog aziendale

Come valorizzare il Made in Italy con lo storytelling

Marketing su internet: gli strumenti dell'inbound marketing

Argomenti: #blogaziendale