3 esempi di blog aziendali virtuosi (e italiani)

Scritto da Massimiliano Santolin in data 3 feb, 2016

 

Abbiamo spesso parlato dei blog aziendali e della loro utilità nella strategia comunicativa per le aziende del Made in Italy.

Perché insistiamo su questo tasto? Perché il blog consente di stringere un rapporto ed un legame particolare con un anonimo visitatore, trasformandolo in cliente ed offrendogli un beneficio immediato durante la lettura. E come può avvenire tutto questo? Riassumendo di molto, si può dire che, grazie a questo approccio, il potenziale cliente sarà portato ad interessarsi in modo naturale al mondo che ruota attorno al vostro prodotto, cominciando a prenderlo in seria considerazione al momento di scegliere tra il vostro e quello della concorrenza.

Oggi passiamo, senza indugio, dalla teoria alla pratica, portandovi alcuni esempi reali di blog aziendali italiani e suggerendo anche spunti su possibili aspetti da sviluppare.


 

Citroen: sport e motori, gioie e passioni

CitroenBlog.jpg

Il blog di Citroen Italia sceglie di rivolgersi ad un gruppo particolare di persone: gli appassionati di auto e motori (meglio se Citroen ovviamente) e di sport automobilistici.

Il blog è semplice dal punto di vista grafico, e non propone virtuosismi o interfacce complesse, puntando sui contenuti legati al mondo Citroen ed alle esperienze che quest’ultimo offre. Si possono trovare dunque post che richiamano i successi delle proprie vetture nei vari circuiti sportivi come il World Touring Car Championship, vinta dal pilota Citroen José Maria Lopez nel 2015.

La competizione sportiva su quattro ruote, unita alla velocità, alla fame di vittorie del team ed all’attenzione per i veicoli in assetto sportivo, sono sicuramente tra gli elementi fondamentali che il blog della casa francese vuole condividere coi suoi utenti.

Non mancano, ovviamente, post relativi alla linea di veicoli commercializzati, che però sono adeguatamente inseriti in un ambiente particolare, e non figurano come semplici articoli di promozione nuda e cruda.

Nel complesso, il blog di Citroen ha il pregio di rivolgersi ai possessori soddisfatti di un'automobile francese e soprattutto agli appassionati di quattro ruote a tutto tondo, che apprezzano le adrenaliniche sfide su pista, e si sentono parte di un certo universo, dinamico e legato ai motori.

Consiglio. Abbiamo notato come il blog riceva molti commenti da parte dei visitatori, e questo è un “capitale” che potrebbe essere sfruttato ulteriormente, aprendo le porte ad un dialogo diretto con i clienti e legandoli ulteriormente al marchio. Proprio aumentare l’interazione potrebbe essere un punto di forza ulteriore che andrebbe a centrare uno dei principali obbiettivi della comunicazione aziendale via web.

Il blog rappresenta un buon esempio di come rivolgersi ai propri clienti e simpatizzanti, comunicando il prodotto attraverso il mondo nel quale il marchio consegue i suoi successi e dimostra la propria qualità.

 

Consorzio Bancomat: le mille virtù del “cashless”

BancomatBlog.jpg

Anche il blog creato dal Consorzio Bancomat per l’Italia, ci mostra come un blog possa essere ben ideato e gestito senza bisogno di strafare. L’approccio è arguto: proporre contenuti incentrati sulle possibilità offerte dalle transazioni virtuali, educando ed interessando il pubblico, ma senza utilizzare un linguaggio troppo tecnico o accademico.

I contenuti sono comprensibili facilmente anche da chi non è esperto di finanza e del mondo bancario, pur strizzando l’occhio agli operatori del settore. La grafica crea un senso di uniformità molto piacevole, lo stile è sobrio, ma colorato e le grafiche ed infografiche inserite all’interno degli articoli riescono a comunicare informazioni e dati in modo immediato.

Attraverso gli articoli veniamo informati sulle novità legate all’utilizzo del circuito Bancomat, provenienti da tutti i paesi del mondo: si parla di tecnologia applicata ai prelievi, dei vari modi di sfruttare le tessere, fino a spiegazioni sul funzionamento reale del pagamento “cashless”.

Degna di nota è l’inaspettata presenza di articoli più divertenti e leggeri, come ad esempio una intervista a Francesco Facchinetti, personaggio che poco ha a che vedere col mondo della finanza, nella quale esprime il suo personale punto di vista sul tema dei pagamenti cashless.

Consiglio. Considerati gli argomenti trattati e il pubblico a cui fa riferimento, la ciliegina sulla torta potrebbe essere inserire un formulario per ricevere aggiornamenti attraverso una newsletter dedicata.


Manpower: aspiranti lavoratori sempre informati

ManpowerBlog.jpg

Il blog di Manpower è il terzo “buon esempio” che presentiamo, ed è particolarmente centrato su chi cerca lavoro o si occupa di risorse umane.

Manpower si rivolge quindi ad un pubblico più vasto, comprendente gli inoccupati e gli operatori stessi del settore, i quali potranno tenere sott’occhio le novità riguardanti le posizioni lavorative più ricercate, gli interventi legislativi rilevanti in tema di occupazione e politiche del lavoro, e le offerte di impiego.

Il traguardo è quello di diventare un punto di riferimento informativo, raccogliendo le notizie più importanti e valide legate al mondo del lavoro, e pubblicandole regolarmente. La struttura del blog non è complessa: suddivide i vari post in categorie distinte per colore, e le rende facilmente ordinabili in base alle preferenze del visitatore.

L’interfaccia è pulita, i contenuti non sono superficiali e racchiudono tutte le informazioni inerenti alle tematiche occupazionali, con consigli pratici ed interessanti, come ad esempio i trucchi per riuscire a gestire al meglio un colloquio di lavoro senza farsi prendere alla sprovvista dagli esaminatori.

Consiglio. Per quanto un contenuto sia adeguatamente scritto, curato ed ottimizzato, non esiste miglior biglietto da visita di una foto che riesca a catturare in pochi istanti l’attenzione dei visitatori, invogliandoli ad aprire la pagina e iniziare a leggere. Pur trattando argomenti formali, probabilmente i post guadagnerebbero in efficacia se fossero accompagnati da immagini a tema.

CONCLUSIONI:

Abbiamo visto da vicino tre esempi di blog aziendali che funzionano: facili da realizzare, curati tanto nella forma, quanto nel contenuto, ma senza strafare. 

Cosa aspettate a prendere ispirazione da queste proposte e creare il vostro? Ecco una guida gratuita per cominciare.

 

Guida per sfruttare al meglio blog aziendale

 

Argomenti: #blogaziendale